Franchigia per le donazioni, tetto alle detrazioni: le possibili modifiche

Pubblicato il 20 Ottobre 2012 11:20 | Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre 2012 11:30

ROMA – La franchigia di 250 euro per le donazioni deducibili. Il tetto di 3mila euro alle detrazioni. Il prelievo sulle pensioni di guerra. Sono questi i punti più a rischio della legge di Stabilità. E lo sono perché non piacciono a Pd e Pdl che infatti stanno provando a rivedere i tagli.

Le possibili modifiche riguardano 1,9 miliardi tra deduzioni e detrazioni per il solo 2013. Una fetta consistente, quindi, della Legge Stabilità. Nella relazione del governo si legge che la franchigia pari a 250 euro, da applicare ai redditi superiori a 15 mila euro, vale un introito per lo Stato di 1,6 miliardi.

E ancora, il tetto di 3 mila euro alle detrazioni altri 300 milioni, poco più se si aggiunge il gettito derivante dalle addizionali regionali e comunali che vanno applicate. E poi la misura più odiosa per entrambi i partiti: il prelievo sulle pensioni di guerra. Cancellarlo significherebbe per lo Stato una rinuncia a 196 milioni. Quanto al ripristino della clausola di salvaguardia sul Tfr, vale 170 milioni l’anno.

Secondo il calcolo del Corriere della Sera:

“L’intero pacchetto, se venisse smontato, comporterebbe un minor gettito di poco più di due miliardi di euro l’anno prossimo, 1,3 miliardi nel 2014 e nel 2015”.