Frattini: “La questione immigrati è politica, l’Ue lo capisca”

Pubblicato il 10 Aprile 2011 15:05 | Ultimo aggiornamento: 10 Aprile 2011 15:07

Franco Frattini (foto Lapresse)

ROMA – La questione immigrazione è, per l’Europa, una questione politica: di questo è convinto il governo italiano. E’ il ministro degli Esteri, Franco Frattini a intervenire: “Noi continuiamo a sollecitare l’Unione Europea affinchè comprenda che la questione immigrazione che abbiamo di fronte non è solo una questione economica, ma soprattutto una questione politica”.

Il ministro ha sottolineato come “l’italia oggi non sia affatto isolata all’interno dell’Unione europea” e come il suo impegno sia quello di “ricercare e realizzare la condivisione necessaria”.

“Ogni paese – ha però ammonito Frattini – ha anche proprie leggi che ciascuno, pur nella dovuta conformità alla legislazione europea, appllica ed interpreta nella propria nazione” e “dunque nessuno può pretendere di interpretare le nostre leggi secondo principi diversi”. Più precisamente, ha sottolineato il ministro, “la nostra legge indica con molta chiarezza i requisiti necessari per riconoscere lo status di rifugiato ad un immigrato e noi a quei requisiti non possiamo non attenerci”.