Friuli: la Corte dei Conti apre inchiesta su Edouard Ballaman per uso “privato” delle auto blu

Pubblicato il 1 Settembre 2010 17:38 | Ultimo aggiornamento: 2 Settembre 2010 10:28
ballaman

Il presidente del Consiglio regionale del Friuli, Edouard Ballaman

La Procura della Corte dei Conti del Friuli Venezia Giulia ha aperto un’inchiesta per verificare eventuali danni erariali in rapporto all’utilizzo dell’auto blu da parte del Presidente del Consiglio regionale, Edouard Ballaman (Lega Nord). Lo si è appreso dal Procuratore Generale della stessa Corte dei Conti, Maurizio Zappatori, che ha precisato che l’iniziativa è stata avviata sulla base di un servizio pubblicato oggi sul quotidiano Messaggero Veneto.

Il giornale, citando una ”fonte attendibile”, riferisce una serie di episodi nei quali, dal 2008 al marzo 2010, Ballaman avrebbe utilizzato l’auto di servizio e l’autista per finalità non istituzionali. In particolare, il quotidiano riferisce di viaggi a Caorle (Venezia), dove Ballaman possiede una casa per le vacanze, e in località dove si svolgevano iniziative o incontri politici della Lega Nord. Sono, inoltre, elencati tragitti per ”impegni professionali”, verso la casa della fidanzata e attuale moglie a Camponogara (Venezia) e viaggi diretti ad aeroporti del Nord Italia non collegati a impegni istituzionali. Dall’aprile del 2010, Ballaman ha rinunciato all’auto blu, ottenendo il rimborso chilometrico previsto per i consiglieri regionali del Friuli Venezia Giulia. Per i consiglieri residenti a Pordenone, come Ballaman, il rimborso è di 3.200 euro al mese.

Il Presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Edouard Ballaman (Lega Nord), ha detto comunque di essere ”sereno e tranquillo”.  ”Ho visto – ha affermato Ballaman, interpellato dall’Ansa – una notevole serie di anomalie e incongruenze sui dati riportati dalla stampa. A ogni modo, ho dato mandato a un legale affinche’ si proceda nelle sedi opportune”.

”Sono assolutamente sereno – ha aggiunto – e preferisco il giudizio della Corte dei Conti, nella quale ho la massima fiducia, rispetto a quelli sommari di qualche giornalista”. Ballaman ha detto di aver ricevuto ”testimonianze di solidarieta’ da parte del partito e trasversalmente anche da altri esponenti politici, un fatto che – ha concluso – mi ha fatto molto piacere”.