Gasparri: altro che sicurezza, soldi a cultura e immigrati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Dicembre 2015 6:41 | Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre 2015 7:59
Gasparri: altro che sicurezza, soldi a cultura e immigrati

Gasparri contro il Governo: altro che sicurezza, soldi a cultura e immigrati, offesa per gli italiani

ROMA – Solo parole e annunci di misure ambigue e inadeguate vede Maurizio Gasparri, vice presidente del Senati nelle proposte di Matteo Renzi in tema di sicurezza;

“Aveva detto Renzi che avrebbe stanziato i soldi per la sicurezza. Ma queste proposte del presidente del Consiglio non si traducono ancora in norme da inserire all’interno della legge di stabilità. E quelle annunciate sono ambigue e inadeguate”.

Spendendo per

“una non precisata cultura, sarebbe un’offesa agli italiani”

ha aggiunto Maurizio Gasparri. Si rischia di

“buttare un miliardo per le comunità di immigrati. Il miliardo per la sicurezza, assorbito in buona parte da esigenze militari, per gli armamenti della difesa, e da tecnologie per il controllo dei transiti nel nostro Paese, lascerebbero solo le briciole per i trattamenti economici del personale.

“Ricordiamo che la Corte Costituzionale da giugno ha imposto lo sblocco dei contratti anche per il comparto sicurezza difesa. Servono risorse cospicue ed adeguate. Forza Italia le ha chieste al Senato e si è sentita dire di no dal Governo Renzi. Ora tornerà all’attacco nella discussione in corso alla Camera. Ma Renzi fin qui ha solo fatto annunci, conferenze stampa, recite televisive, com’è nel suo costume. Servono fatti, soldi per proteggere gli italiani e per rispettare i diritti del personale in divisa”,