Gasparri, Forza Italia riparte da Roma (Calabria insegna) VIDEO

di Marilena D'Elia
Pubblicato il 31 Gennaio 2020 15:34 | Ultimo aggiornamento: 31 Gennaio 2020 15:50
gasparri roma forza italia

Gasparri, Forza Italia riparte da Roma (Calabria insegna)

ROMA – Da pochi giorni nominato commissario di Forza Italia su Roma da Silvio Berlusconi, Maurizio Gasparri sabato 25 gennaio ha chiamato a raccolta quadri e militanti per affrontare insieme le nuove sfide che attendono il partito a cominciare da Roma. Alla giornata politica conclusa dal vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani, sono intervenuti dirigenti ed esponenti regionali e il nuovo coordinamento dei giovani e dei seniores. Forza Italia riparte da Roma perché sarà decisiva per fare la differenza e affinché un centrodestra unito – anche grazie a Forza Italia – vinca sia per la Regione che e Comune.

La città e la Regione sono all’abbandono, rifiuti, viabilità, smog. C’è una situazione catastrofica, ha spiegato il senatore a margine dell’incontro. Tante le azioni che saranno messe in pratica: “Un ritorno nei quartieri, nelle periferie e tra le categorie per il per il rilancio non solo di Forza Italia ma anche di Roma Capitale che muore sotto i colpi della Raggi e dei grillini”, ha detto il senatore forzista e la “apertura di un tavolo per parlare con tutte le categorie con l’ausilio anche di Renato Brunetta. Un tavolo per Roma Capitale, le risorse, i luoghi, la riforma della Capitale per vedere cosa si può fare con la legislazione vigente e ciò che richiederà leggi, risorse e anche riforme confrontandosi con i costituzionalisti, con gli amministratori ma anche con i cittadini e con gli esperti. Roma Capitale deve anche avere risorse e poteri adeguati per svolgere la sua funzione. Forza Italia c’è e sarà in campo”. 

Tra le iniziative per l’azione nella Capitale anche una giunta ombra che seguirà le attività del Campidoglio per denunciare e proporre soluzioni alternative. Un percorso che con il tempo porterà ad un congresso. Per Gasparri, sensibile e da sempre attento anche alle criticità nella vita quotidiana di cittadini, i parlamentari coinvolti in questa nuova partenza, pur assumendo degli impegni precisi, si dovranno considerare tutti come “sub commissari” e quindi interessarsi di tutti i problemi della città.

“Qui si distribuiscono impegni per combattere insieme e per portare Forza Italia nel posto che compete a un grande partito”, ha detto il senatore forzista. Nel primo incontro col nuovo commissario capitolino di Forza Italia, denso di progetti concreti per il rilancio di Roma, è stata dunque lanciata “una sfida che non soltanto coinvolgerà la Capitale, ma sarà una sfida nazionale che contribuirà al rilancio dell’azione politica di Forza Italia e di Silvio Berlusconi”. Un appuntamento che è stato caratterizzato dalle molte iniziative, dalla partecipazione e dalla passione politica con cui il senatore forzista ha accolto l’impegno che lo attende e per il quale, dalla sua pagina Facebook il senatore ha inviato il suo “Grazie a Silvio Berlusconi per l’incarico di guidare gli azzurri nella Capitale e per aver sottolineato nel suo intervento (del 25 gennaio ndr) la mia lealtà e la mia determinazione”.