Gasparri: “Tuteleremo la Rai da chi la vorrebbe a servizio privato della sinistra”   

di Marilena D'Elia
Pubblicato il 7 Ottobre 2019 13:02 | Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre 2019 12:09
Gasparri: "Tuteleremo la Rai da chi la vorrebbe a servizio privato della sinistra"   

Maurizio Gasparri a margine della riunione dei senatori di Forza Italia (Foto Ansa)

ROMA – “Tuteleremo la Rai da chi la vorrebbe a servizio privato della sinistra”. Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri (Forza Italia) che spiega: “Continua il declino di Fabio Fazio che per anni aveva massacrato gli ascolti della domenica sera di Rai 1. Ora su Rai 2 scende ad un misero 7%, mentre Rai1 con la fiction torna ad alti ascolti e surclassa la concorrenza. Ma in Rai e sulle gazzette affiliate si continua a fare il processo a Rai 1 per trasformare l’attuale e perenne poltronificio della sinistra in un monopolio della sinistra. Del resto se ci fosse una crisi Rai, evidente in alcune reti e settori ma non su Rai 1, ne dovrebbe trarre le conseguenze chi guida l’azienda e, ad esempio, ha perso la Champions”.

Quindi Gasparri prosegue: “Avvisiamo i perenni ‘lottizzatori rossi’, del Pd, renziani e di ogni rito vecchio e nuovo, che il cervellotico e disastroso piano che moltiplicherebbe caos, costi e poltrone, non è stato approvato e sarà discusso e scannerizzato in Commissione di vigilanza, dove saranno contrastati sprechi e confusione e sarà tutelato il pluralismo che la Rai non rispetta. Leggiamo organigrammi orrendi e riciclaggi di eterni incapaci bocciati da pubblico e ascolti. Saremo vigili e implacabili. Tuteleremo il servizio pubblico da chi lo vorrebbe sempre di più un servizio privato della sinistra. Quel piano allo stato è carta straccia”.