Gay, Alberto Zelger: “Sono una sciagura”. Bufera sul consigliere leghista di Verona

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 ottobre 2018 17:59 | Ultimo aggiornamento: 6 ottobre 2018 17:59
Gay, Alberto Zelger: "Sono una sciagura". Bufera sull'assessore leghista di Verona

Gay, Alberto Zelger: “Sono una sciagura”. Bufera sull’assessore leghista di Verona (Foto da Facebook)

VERONA – Fanno discutere le parole di Alberto Zelger, consigliere comunale della Lega Nord a Verona, promotore della mozione anti-abortista approvata in questi giorni anche con il voto favorevole della capogruppo del Pd. “I gay sono una sciagura per la riproduzione e la conservazione della specie. Provate a mettere in una città una popolazione di omosessuali. Dopo cent’anni è estinta. E’ matematico, e io sono laureato in matematica”, ha detto Zelger a la Zanzara, su Radio 24.

“I rapporti omosessuali – ha aggiunto il consigliere comunale – dipendono molto dalla psicologia della persona, lo dicono esperti americani, tra cui Joseph Nicolosi, cioè molto spesso le attrazioni gay dipendono da traumi infantili, violenza subita oppure assenza del padre o della madre. Una cosa vera e dimostrata in America, ad Atlanta, è che oggi la diffusione dell’Aids avviene al 70% tra uomini che fanno sesso con altri uomini. Il sesso omosex fa male alla salute, fa venire malattie di tutti i tipi”. 

Una prima stigmatizzazione è arrivata dal Gay Center, con il portavoce FabriziO Marrazzo che ha definito le dichiarazioni di Zelger “oltre che false, offensive e discriminatorie”. Marrazzo ha anche annunciato che l’associazione sta valutando in proposito azioni legali. “Ogni giorno abbiamo oltre 50 casi di omofobia in Italia, come testimoniato dal nostro servizio di Gay Help Line 800713713 – prosegue Marrazzo – Sulla base degli stessi principi di Zelger ci sono genitori che puniscono i propri figli solo perché lesbiche, gay o trans, studenti che vengono bullizzati, lavoratori licenziati, coppie aggredite come ieri a Pisa. Per questo servono leggi ed azioni a contrasto dell’odio verso le persone lesbiche, gay e trans, aspettiamo risposte dalle istituzioni, altrimenti dovremo attivare azioni di protesta civile”.

Critiche a Zelger anche dal Pd, con Alessia Rotta, deputata veronese e vicepresidente vicaria dei deputati dem, che dice: “Il consigliere Zelger, non contento di aver portato Verona alla cronaca per la sua infelice mozione che riporta le donne a tempi bui, oggi decide di esternare le sue teorie incivili sui gay. Per l’esponente leghista i gay “sono una sciagura per la riproduzione e la conservazione della specie”, sono generati da “traumi infantili” e i loro rapporti fanno male alla salute. Parole che sono inaccettabili nella bocca di chiunque, ma – sottolinea la deputata Dem- suonano ancor più stolte se a pronunciarle è un componente delle istituzioni che dovrebbe rappresentare le cittadine e i cittadini. La lega in soli due giorni ha scoperto le carte e con Alberto Zelger, estensore della mozione antiabortista, ha mostrato il suo volto misogino e omofobo”, conclude.