Agcom, Usigrai: “Minzolini non firmi più per il Tg1”

Pubblicato il 12 Marzo 2010 15:54 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2010 15:56

“Se è vero che abbiamo un ‘direttorissimo’ asservito, la Rai dia subito al Tg1 un direttore autorevole e al di sopra delle parti,come il prestigio storico della testata ammiraglia esige e come il servizio pubblico è obbligato a garantire ai cittadini”. Lo sostiene il segretario dell’Usigrai Carlo Verna spiegando che “l’Usigrai è già oltre la richiesta di dimissioni di Augusto Minzolini, che, dopo le rivelazioni de Il Fatto, neanche avrebbe dovuto firmare l’edizione delle 13,30”.

“Ma evidentemente – continua il segretario – lui ragiona con categorie diverse dalle nostre e da quelle di tanti utenti, che avrebbero diritto ad un prodotto ben diverso, laddove invece il sindacato è costretto ad agire come un nucleo anti-sofisticazioni. E’ bene distinguere i piani. Il dato politico del far comunella è di per sé scandaloso ed esige immediate risposte. Per il resto male fa Di Pietro ad usare certi linguaggi, conservi quelle espressioni, se crede, per gli altri protagonisti della vicenda e lasci Minzolini alle cure dell’ordine dei giornalisti, cui l’Usigrai si rivolgerà con un esposto se e quando con certezza saranno chiari elementi contrari alla deontologia professionale. Sicuramente già per quel che è emerso la sua direzione è incompatibile coi doveri del servizio pubblico. Come racconterà nel suo Tg fatti così rilevanti che lo riguardano”.