Pappalardo gioca col fuoco: “Arresteremo polizia e magistrati. E pure Vespa e Fazio”

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 novembre 2017 16:18 | Ultimo aggiornamento: 23 novembre 2017 9:22
Generale-Pappalardo-fazio-vespa

Generale Pappalardo: “Parlamentari abusivi. E Fazio e Vespa vanno processati”

ROMA – “I parlamentari sono abusivi, sono fuorilegge. Siamo pronti ad arrestare polizia, carabinieri e magistrati se non li arresteranno. Fabio Fazio e Bruno Vespa rischiano di essere processati”: a dirlo è l’ex generale Antonio Pappalardo. 

Intervistato da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio per Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano, il leader del Movimento Liberazione Italia ha testualmente detto:

“I parlamentari sono matti. Non sono stati convalidati, qualsiasi cittadino in qualsiasi momento li può arrestare. Noi dal 27 novembre andremo in tutte le Procure della Repubblica e inviteremo le forze dell’ordine ad arrestarli. Se non lo faranno, saremo noi ad arrestare carabinieri, poliziotti e magistrati. La legge è uguale per tutti. I magistrati devono fare il loro dovere. Un ufficiale di polizia se trova Bersani per strada lo deve arrestare. Lo deve arrestare. Fatemi confrontare con queste persone. Nessuno potrà dirmi che affermo il falso. Sono fuorilegge e voi non dite nulla. Qualsiasi cittadino che incontra un parlamentare lo può arrestare”.

Pappalardo si è detto pronto ad arrestare anche forze dell’ordine e magistrati:

“Devono arrestare i parlamentari, è obbligatorio. Arrestare carabinieri e magistrati è molto semplice. Vado lì e gli presento un verbale di arresto perché non procedono. Il cittadino può arrestare chi viene colto in flagranza di reato. Se loro non fanno il loro dovere io mi acchiappo il colonnello e gli dico che è in arresto. I miei colleghi la devono smettere di non far rispettare la legge”.

Secondo Pappalardo presto anche molti giornalisti verranno processati:

“Devono rispondere del reato di favoreggiamento. Noi abbiamo detto a Vespa di non invitare questi parlamentari che sono abusivi e non convalidati. Lui continua ad invitarli, è da arrestare. I giornalisti sono da arrestare. Non possono chiamare i fuorilegge nelle loro trasmissioni televisive. Fazio e Vespa rischiano di essere processati. Appena cambia il regime e il popolo italiano capisce. Entreremo in azione dal 27 novembre al 7 dicembre”.

Dunque arrestare i carabinieri, la Polizia, i giornalisti, i parlamentari. A prendere sul serio le intenzioni espresse si tratta di incitamento alla sovversione, il che è reato. E neanche piccolo. Come elementi di reato vi sono nella diffusione dell’incitamento. A voler prendere sul serio…

E un po’ sul serio andrebbe presa la cosa perché i giustizieri di e con Pappalardo tempo fa davanti a Montecitorio un’azione eversiva e illegale l’hanno tentata davvero. Vero, era una sceneggiata, una comica. Ma è stata una comica violenta. Andrebbero dunque presi almeno un po’ sul serio e non solo “intervistati” perché incitare all’arresto di magistrati e forze dell’ordine e parlamentari non è un’opinione da registrare. E’ reato appunto da non propalare. Andrebbero, ma come si fa a prenderli davvero sul serio?