Genova, comunali. Doria: “Voto? In parte contro il governo ed il rigore”

Pubblicato il 8 Maggio 2012 16:04 | Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2012 16:45

GENOVA – Il voto alle elezioni comunali 'si', e' in parte un voto contro il Governo, e' un po' la critica alla politica di rigore a senso unico''. E' l'analisi del candidato sindaco di Genova Marco Doria, che andra' a ballotaggio con Enrico Musso, il giorno dopo lo scrutinio del voto del primo turno. Cosi' Doria ha risposto alla domanda se il voto alle comunali e' un voto contro il governo.

Secondo Doria, che estende il discorso al voto nel resto d'Europa, ''all'equilibrio dei conti'' non si sono accompagnati ''attenzione allo sviluppo, ai temi sociali e alla compatibilita' ambientale''.

''E' rigore nei conti, rigore nei conti e ancora rigore nei conti – ha aggiunto – ma qui ci vuole anche sensibilita' sociale che nel caso Italia e' messa da parte. Senza forzature, mi sentirei di dire che e' stato un segnale di malessere nei confronti dell'azione di governo''.