Gentilini seppellisce Bossi: “E’ finito, meglio se a feste della Lega non viene”

Pubblicato il 14 agosto 2012 11:48 | Ultimo aggiornamento: 14 agosto 2012 11:50

Umberto Bossi (LaPresse)

TREVISO- Umberto Bossi “non gradito” alle feste della Lega Nord. Non gradito, almeno, da Giancarlo Gentilini, lo “sceriffo” di Treviso che intervistato dal Gazzettino spiega:  ”Alle feste della Lega e’ tempo che Bossi non partecipi più”.Poi attenua: “Può venire come presidente – concede il vicesindaco della città – ma non prendere la parola”.

‘Il tempo di Bossi – secondo lo sceriffo – è finito, comincia invece il tempo di Maroni”. ”E poi Bossi e Berlusconi devono fare un atto di pentimento – aggiunge – perché è stato distrutto quel loro grande governo in cui tanti cittadini avevano creduto”. Gentilini chiarisce anche quale sarà il suo comportamento qualora Bossi si presentasse alla Festa del Carroccio di Treviso, in programma dal 6 al 9 settembre.

”Se Bossi fosse invitato? Andrei a vedere. Ma se dovesse prendere la parola credo che uscirei dallo stand. La Lega – conclude – e’ stata massacrata da quel maledetto cerchio magico che si e’ instaurato attorno a Bossi”.