Video Micciché, Valvo: “La telecamera non era nascosta”

Pubblicato il 6 ottobre 2012 17:26 | Ultimo aggiornamento: 6 ottobre 2012 18:52
Gianfranco Miccichè

Gianfranco Miccichè (LaPresse)

SIRACUSA – “La mia telecamera non era nascosta”. Il giornalista Gregorio Valvo, autore del video nella residenza di Gianfranco Micciché, si difende. Il video girato nella residenza palermitana del politico siciliano è stato pubblicato tra il 13 ed il 14 agosto sul sito Lanota7.

Valvo ha detto: “Avevo pensato, da cronista, che da quell’incontro poteva venire fuori qualcosa di interessante ma, francamente, non avrei immaginato che quasi due mesi dopo quella clip di pochi minuti pubblicata per mezza giornata sul sito che dirigo sarebbe diventata argomento di acceso confronto nel bel mezzo della campagna elettorale”.

Il giornalista di Siracusa spiega: “Nessuna immagine rubata: la mia telecamerina – non era nascosta e dunque se qualcuno non si fosse accorto che stavo effettuando delle riprese non può essere affar mio. A Palermo c’ero andato perché, pochi giorni prima, in occasione di un incontro a Catania, Miccichè era andato via senza concedere molto spazio ai tanti cronisti che lo attendevano in sala. Mi ero fatto una personale opinione di un uomo politico in qualche modo distante. Poi ho avuto modo di partecipare all’incontro di Palermo e lì ho visto Miccichè sotto una luce diversa”.

Valvo non ha ancora deciso se riposizionare sul sito la clip che ha innescato il caso: ”Sto valutando bene se farlo – ha concluso – e in che tempi. Certo è che il mio sito, che normalmente ha cinquemila visitatori al giorno, già stamane aveva quasi toccato quota 10 mila”.