Gianna Fregonara, Sallusti: “Lady Letta l’ho scoperta io”

Pubblicato il 25 Aprile 2013 13:45 | Ultimo aggiornamento: 25 Aprile 2013 13:46
Gianna Fregonara, Sallusti: "Lady Letta l'ho scoperta io"

Gianna Fregonara ed Enrico Letta

ROMA – Alessandro Sallusti, direttore del Giornale, si vanta oggi di aver scoperto lui Gianna Fregonara, giornalista, moglie di Enrico Letta.

Alessandro Sallusti ricorda la Fregonara che, giornalista del Corriere della Sera, era negli anni Novanta una sua “sottoposta”, in quanto lui era all’epoca capo della cronaca di Milano.

“Gina l’avevo trovata sepolta e dimenticata con contratto precario nella redazione hinterland -racconta Sallusti – Dei colleghi che la conoscevano me l’avevano segnalata: dagli un occhio non te ne pentirai. Così feci e la affiancai a Elisabetta Soglio, strappata ad Avvenire”.

“Le due”, continua Sallusti sul Giornale, “sveglie e intelligenti si presero, cosa rara tra donne e fu la loro fortuna. Non c’era notizia o pettegolezzo che sfuggissero al duo, gli altri giornali impazzivano per i buchi quotidiani”.

“Strano tipo la Gina – continua Sallusti – Una bellezza volutamente non esibita, una ambizione celata per potersi fare largo e senza attirare l’invidia e l’ostilità di una redazione sospettosa come era quella del Corriere. Insomma, una vera paracula piemontese. Ma brava, molto brava, tanto che nonostante le sue precauzioni attirò troppe attenzioni. Dai vertici della Lega, che non ne sopportavano l’indipendenza e mi perseguitavano per fargli cambiare incarico”.

Poi i primi incarichi a Roma: “Tornava sempre con la notizia giusta – scrive Sallusti – e si aprì anche lì la strada con le sue capacità. Anni dopo non tornò più, aveva trovato la notizia del fidanzato giusto. Tale Enrico Letta. E dopo non poca sofferenza, come nelle favole, vissero felici e contenti e con tre figli. Brava Gina, non ci deludi mai“.