Giorgia Meloni contro Ferragni su Willy e cultura fascista. Dibattito social tra effimero e cocaina

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Settembre 2020 9:17 | Ultimo aggiornamento: 15 Settembre 2020 9:17
Giorgia meloni attacca Ferragni e Fedez

Giorgia Meloni (Ansa)

Dove andremo a finire? Cominciava così il commento su Instagram di Chiara Ferragni a un post che accusava la “cultura fascista” a proposito dell’omicidio del giovane Willy.

Stante l’enorme visibilità dell’influencer più famosa d’Italia e del marito rapper Fedez il post è diventato virale e ha fissato un punto nel dibattito politico: non potevano mancare attacchi più o meno urbani, ma la replica di Giorgia Meloni a Ferragni sposta tutto su un piano politico di vertice, quanto più alto è tutto da dimostrare.

Giorgia Meloni a Ferragni: “Colpa della cultura effimera”

Meloni non ha digerito quell’etichetta, “cultura fascista”, appiccicata a un episodio di cronaca, non ha apprezzato la semplificazione diciamo così antropologica.

In un’intervista alla Verità la leader di Fratelli d’Italia oppone ai Ferragnez una diversa cultura da mettere sotto accusa, la “cultura effimera”. Dovremmo intendere cultura dell’effimero, ma ci siamo capiti.

Quindi l’affondo personale alla coppia glamour per antonomasia, almeno secondo gli standard pop del momento. I quattro energumeni tatuati e griffati finiti agli arresti sono piuttosto “i figli di chi, nei salotti buoni, propone come valore massimo l’obiettivo di comprarsi un paio di scarpe da 1000 euro”.

Ai Ferragnez: “Perché non fate una campagna contro la droga”

Più o meno “cattivi maestri”. Quindi la stoccata personale di Giorgia Meloni: “Mi chiedo solo come mai la Ferragni e Fedez non facciano una bella campagna contro la diffusione della cocaina tra i giovani”.

Forse un po’ fuori tema (riconoscendo tuttavia alla coppia indubbio talento da leader persuasivi) Meloni si è esposta alla scontata replica di Fedez. 

Fedez posta la storia dell’assessore FdI che compra cocaina

Cui non sembra vero di poter indossare la divisa antifa senza troppo sforzo. “La Meloni provoca i Ferragnez”, scrive su Twitter il rapper milanese. Allegato, il post che ricorda la storia dell’assessore comunale di Fratelli d’Italia a Lagosanto. Beccato a comprare cocaina.

A questo punto la polemica s’è già avvitata su se stessa, con seconde e terze linee a occupare la scena. Il senatore di FdI Giovanbattista Fazzolari se la prende su Facebook con la deriva culturale della sinistra.

“Suggerisco subito un convegno alla Festa dell’Unità: Da Gramsci a Fedez-Ferragni evoluzione della sinistra. Auguri”. (fonti Instagram, Facebook e Twitter)