Giorgia Meloni offesa con Matteo Salvini: “Non era in piazza, ha detto che era dalla figlia ma era dalla D’Urso”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 febbraio 2018 8:45 | Ultimo aggiornamento: 20 febbraio 2018 9:44
Gli alleati Berlusconi e Salvini la snobbano, Angela Meloni si arrabbia

Giorgia Meloni offesa con Matteo Salvini: “Priorità era la figlia? Non mi risulta che la D’Urso lo sia”

ROMA – Polemica nel centrodestra per la mancata partecipazione all’iniziativa di Fratelli d’Italia “anti-inciucio” da parte degli alleati Salvini e Berlusconi, una defezione che il leader della Lega ha liquidato in modo quasi sprezzante (“Mia figlia è più importante”) provocando la reazione piccata di Giorgia Meloni, perché nel frattempo aveva trovato la maniera di andare in tv da Barbara D’Urso.

Meloni ne fa un problema politico. “Non è un problema tra me, Salvini e Berlusconi, non è che io mi sono sposata con Salvini e Berlusconi. È un problema tra i nostri candidati, tutti, e gli italiani. Io voglio chiarire: i voti di Fratelli d’Italia, per avere un’altra volta la sinistra al governo pure se arriva terza non ci saranno. I voti di Fratelli d’Italia per avere Di Maio al governo, quando la gente ha votato noi per non far vincere Di Maio, non ci saranno. I nostri eletti non passeranno con altre maggioranze. A me pare un atto di estrema chiarezza, mi spiace che gli alleati non l’abbiano ritenuto così importante: Salvini dice che era più importante sua figlia. Si figuri se a una madre gli si dice che i bambini non sono più importanti, però ieri stava dalla D’Urso, quindi non so se adesso la D’Urso sia la figlia di Salvini, non mi risulta, ma diciamo che ci sono state altre priorità”.

Lo afferma Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia in un’intervista a Rete Veneta. “Berlusconi – prosegue – dice addirittura “La manifestazione è dannosa”: è dannosa se vuoi fare un inciucio, altrimenti è un altro elemento di chiarezza per gli italiani. Noi ci siamo stati comunque, sappiano gli italiani che il voto a Fratelli d’Italia è un voto per far vincere il centrodestra e un voto genuino che non ti regala sorprese”.