I giornali di destra contro Napolitano, il Quirinale: “Speculazioni inqualificabili”

Pubblicato il 24 novembre 2010 17:57 | Ultimo aggiornamento: 24 novembre 2010 18:37

Giorgio Napolitano

Le speculazioni sui mieri poteri? Inqualificabili. Lo dice il presidente della Repubblica Napolitano a proposito delle “speculazioni” di alcuni giornali di destra.Un esempio? Ecco come titola oggi Libero, diretto da Maurizio Belpietro: “Napolitano grillo parlante a spese nostre”, e una critica al capo dello Stato perché “ultimamente ha abbandonato la misura sobria e contenuta della prima ora e non passa giorno che non abbia qualcosa da dire e lo dica con tono sostenuto”. Come dire che il presidente della Repubblica parla più spesso nel tentativo di affrettare la crisi del governo Berlusconi.

E ancora: “Il vizietto di Giorgio, giocare al premier con i voti altrui”, è il titolo di un articolo in cui si sottolinea come più volte negli ultimi mesi Napolitano abbia preso “le distanze da Berlusconi anche su cose che non gli competono”, dai precari della scuola, al processo breve al ministro dello Sviluppo economico.

”Alcuni giornali quotidianamente attribuiscono al Presidente della Repubblica affermazioni e intenti di carattere politico che non hanno alcun fondamento in posizioni da lui effettivamente assunte -si legge in una nota diffusa dal Quirinale -. Il discorso del Presidente si è chiaramente rivolto al futuro, sollecitando una ‘riflessione di fondo e di prospettiva’ che parta dalla sfida ‘cui non possiamo sfuggire’ della riduzione del nostro debito pubblico e di ‘revisioni rigorose nella spesa pubblica’. E’ in questo quadro, italiano ed europeo, che il Presidente ha invitato a una seria discussione sullo spazio da dare alla risorsa cultura, nella convinzione che non la si possa mortificare nella ricerca di ‘nuove vie’ per lo sviluppo del Paese. Tale discorso non giustifica dunque alcuna speculazione relativa all’attualità politica e tanto meno all’esercizio dei poteri propri del Capo dello Stato”.

5 x 1000