Giudici, responsabilità civile: al Senato la versione dura e non il ddl Orlando

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 ottobre 2014 14:33 | Ultimo aggiornamento: 1 ottobre 2014 14:38
Giudici, responsabilità civile: al Senato la versione hard e non il ddl Orlando

Giudici, responsabilità civile: al Senato la versione hard e non il ddl Orlando

ROMA – Giudici, responsabilità civile: al Senato la versione hard e non il ddl Orlando. Alla fine, nonostante la presentazione del ddl del ministro della Giustizia Andrea Orlando, al Senato passa la versione più dura sulla responsabilità civile dei giudici. Cioè il primo testo a firma Enrico Buemi, quello che aveva scatenato la reazione dei giudici e chiamato il ministro e il Pd a una difficile mediazione.

Il testo Buemi prevede che lo Stato possa rivalersi sul giudice che sbaglia per l’intero importo del danno risarcito al cittadino vittima dell’errore. Il ddl Orlando prevede invece un tetto significativo che corrisponde al massimo al 50% dello stipendio percepito dal giudice nell’anno in cui ha commesso l’errore.

La spiegazione ufficiale è di natura procedurale. La Commissione parlamentare non può, per regolamento, azzerare tutto il suo lavoro in presenza di un decreto governativo a meno che non si esprima con con un voto. Vero. Però, il voto, alla fine, non c’è stato.