Giulietti e Vita: “Agenda Monti? No replica, si è arreso su conflitto interessi”

Pubblicato il 9 settembre 2012 17:49 | Ultimo aggiornamento: 9 settembre 2012 17:56

Mario Monti (LaPresse)

ROMA – Giuseppe Giulietti e Vincenzo Vita dicono no a un “bis” della cosiddetta “Agenda Monti”. ”Da più parti – scrivono i due –  anche nel centrosinistra, si continua a ripetere che, anche nella prossima legislatura, si dovrà proseguire nella applicazione della cosiddetta ‘Agenda Monti’. Al di la’ di qualsiasi altra valutazione ci auguriamo davvero che questa agenda non venga tenuta in considerazione, almeno per quanto riguarda il settore dei media”.

”Comprendiamo le difficolta’ del governo – proseguono Giulietti e Vita – ma sarebbe disonesto non rilevare come anche questo esecutivo abbia alzato bandiera bianca in materia di conflitto di interessi, di superamento della legge Gasparri, di abrogazione delle norme che hanno fatto dell’Italia la maglia nera, in Europa, in materia di liberta’ del mercato dell’informazione”.

”Per altro – concludono – siamo sempre in attesa di conoscere modi e tempi della più volte annunciata asta per l’assegnazione delle frequenze digitali. Nel settore della comunicazione non si tratta dunque di proseguire nella realizzazione dell’agenda Monti, ma di costruire un programma comune e concordato tra tutte quelle forze, politiche, culturali, sociali, professionali, che abbiano davvero intenzione di superare l’ultimo ventennio”.