Giunta di sinistra intitola strada ad un fascista nel parmense, probabile revoca

Pubblicato il 18 luglio 2010 18:22 | Ultimo aggiornamento: 18 luglio 2010 19:45

Si andrà molto probabilmente alla revoca dell’intitolazione di una strada del comune di Traversetolo, paese della provincia di Parma, a Paride Mori, ufficiale fascista morto il 18 febbraio del 1944 nel goriziano, capitano del Battaglione Mussolini dei bersaglieri della Repubblica di Salò. A fare retromarcia (anche se la decisione ufficiale sarà resa nota lunedì mattina) il sindaco del paese Alberto Pazzoni, a guida di una coalizione di centro-sinistra, che fa ”mea culpa” dopo avere detto sì alla proposta di intitolazione, datata 2003, di un membro dell’opposizione, militante di estrema destra.

”Non sapevamo chi fosse Mori, ci siamo fidati della proposta giunta in commissione Toponomastica”, ha spiegato il sindaco che ora si è detto pronto a ”rimettere le cose a posto. Anche se la vicenda ha in fondo una portata minimale, occorre dare un segnale per evitare conseguenze piu’ gravi”.

Anche se poi aggiunge che ”la decisione verrà presa solo lunedì. Tempo alcuni giorni, non di più, e la faccenda sarà risolta”. Contro la scelta del comune di intitolare la strada all’ufficiale repubblichino si erano espressi l’istituto storico della resistenza di Parma e diversi esponenti della sinistra parmense, ora il probabile passo indietro anche se il sindaco, a domanda diretta sulla revoca, replica ”non posso ancora rispondere”.