Giuseppe Cannata (“sti gay e lesbiche ammazzateli tutti”) si dimette. E si becca una denuncia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Luglio 2019 13:32 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2019 13:32
Giuseppe Cannata si è dimesso dopo il post omofobo

Il post di Giuseppe cannata (fonte Twitter)

ROMA – Giuseppe Cannata, il medico 72enne indagato per aver scritto sulla sua pagina Facebook “E questi schifosi continuano imperterriti. Ammazzateli tutti ste lesbiche, gay e pedofili”, si è dimesso da vicepresidente del Consiglio comunale di Vercelli.

La lettera di dimissioni è stata protocollata questa mattina in municipio. Cannata mantiene comunque la carica di consigliere comunale, ma non del gruppo di Fratelli d’Italia, da cui si è autosospeso. Cannata è accusato di istigazione a delinquere, aggravata per aver commesso il fatto attraverso strumenti informatici e telematici.

Domani, in concomitanza con il Consiglio comunale su bilancio e opere pubbliche, l’Arcigay Rainbow Vercelli Valsesia ha organizzato un presidio di fronte al palazzo municipale “per protestare contro l’omofobia istituzionale” e contro le parole di Cannata. Titolo del flashmob, “Ammazzateci tutti”. Era stato proprio il comitato Arcigay vercellese a sollevare il caso e a presentare per primo un esposto sul post incriminato. (fonte Ansa)