Giustizia, Giorgio Napolitano: “Scandaloso ridiscutere tagli ai tribunali”

Pubblicato il 11 Giugno 2013 14:41 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2013 14:41

Giustizia, Giorgio Napolitano: "Scandaloso ridiscutere tagli ai tribunali"ROMA – “Scandaloso e inaccettabile rimettere in discussione la riforma delle circoscrizioni giudiziarie per ciechi motivi di particolarismo anche politico”. Lo ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Ricevendo al Quirinale i magistrati tirocinanti, il capo dello Stato ha fatto riferimento all’attualità e in particolare al “contesto di persistenti tensioni e difficili equilibri sul piano politico e istituzionale“, sottolineando che “indipendenza, imparzialità ed equilibrio nell’amministrazione della giustizia sono più che mai indispensabili”.

“Il Csm non sia solo un organo di mera difesa, – ha anche aggiunto Napolitano – ma di autogoverno della magistratura, e si ponga in condizioni di concorrere a quelle riforme che servono al Paese, anche nel campo della giustizia”.

”Occorre che ogni singolo magistrato sia pienamente consapevole della portata degli effetti, talora assai rilevanti, che un suo atto può produrre anche al di là delle parti processuali”, ha detto ancora Napolitano. ”Indipendenza, imparzialità ed equilibrio nell’amministrare giustizia sono più che mai indispensabili in un contesto di persistenti tensioni e difficili equilibri sul piano sia politico sia istituzionale”.