Giustizia, Napolitano: “Per la riforma serva condivisione”

Pubblicato il 30 Marzo 2011 16:45 | Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2011 18:00

ROMA – Giorgio Napolitano auspica, in tema di riforma della giustizia, ”iniziative condivise tese a migliorare la funzionalità del sistema giustizia e a rimuovere tensioni anche istituzionali che finirebbero per alimentare nell’opinione pubblica e specialmente tra i giovani motivi di disorientamento e sfiducia che è indispensabile scongiurare”. Il richiamo di Napolitano è contenuto in un messaggio fatto pervenire attraverso il segretario generale del Quirinale Marra al presidente del consiglio nazionale forense Guido Alpo.

In occasione della cerimonia di inaugurazione dell’Anno Giudiziario Forense, il Capo dello Stato esprime dunque l’auspicio di ”iniziative condivise tese a migliorare la funzionalità del sistema giustizia e a rimuovere tensioni anche istituzionali che finirebbero per alimentare nell’opinione pubblica e specialmente tra i giovani motivi di disorientamento e sfiducia che è indispensabile scongiurare”.

Nel sollecitare ”un’approfondita riflessione sull’apporto dell’avvocatura alla costituzione democratica del paese, alla garanzia dei diritti e al contrasto di ogni forma di discriminazione”, il Capo dello Stato ricorda inoltre che ”la classe forense svolge un ruolo fondamentale nell’affermazione del principio di legalità e che, a tal fine, è perciò indispensabile il suo continuativo impegno nella formazione professionale e nella’adozione di rigorose regole deontologiche”.