Berlusconi: “Entro gennaio avrò i numeri per andare avanti”

Pubblicato il 4 Gennaio 2011 12:36 | Ultimo aggiornamento: 4 Gennaio 2011 13:17

“Entro la fine di gennaio avrò i numeri per proseguire e tutte ciò che si dice sui dissidi all’interno della maggioranza sono solo parole al vento”. Così il premier Silvio Berlusconi parla delle tanto discusse fratture con la Lega e all’interno del Pdl, in particolare quella col ministro Giulio Tremonti.

“Io sono sicuro che entro la fine di gennaio in Parlamento ci saranno condizioni per consentirci di portare a termine la legislatura e di portare a termine il programma – spiega Berlusconi – L’Italia ha bisogno di tutto, tranne che di elezioni anticipate: ha bisogno di stabilità è continuità nell’azione di governo”.

”Stiamo preparando tre interventi bandiera: uno sulla cultura e la ricerca; uno sui giovani e uno sulla sicurezza dei cittadini”. ha detto ancora Berlusconi parlando a Studio Aperto degli interventi ai quali il governo intende mettere mano.

“Io ho lavorato con una squadra di ministri giovani e motivati” mentre ”c’è una opposizione che dobbiamo sopportare, senza idee e senza leader che sa dire solo stupidaggini e sa solo calunniare e ingannare”. Berlusconi ha sottolineato che invece ”il 56,6% degli elettori apprezza il sottoscritto” e che le elezioni vinte dopo le politiche dal centrodestra sono ”la prova più evidente dell’efficacia dell’operato del governo e del presidente del Consiglio”.

“L’Italia ha bisogno soprattutto di stabilità e continuità nell’azione di governo” e se questo lo ”chiedono tutti i protagonisti piu’ importanti della nostra società, dall’industria alla Chiesa Cattolica, vuol dire che questa è una richiesta davvero fondata”.