Governo, Cicchitto: "Non c'è alternativa, trovare un'intesa"

Pubblicato il 25 ottobre 2011 11:51 | Ultimo aggiornamento: 25 ottobre 2011 11:52

ROMA – "Bisogna fare ogni sforzo per trovare un'intesa sul piano programmatico della maggioranza perché non c'è nessuna reale alternativa al governo Berlusconi". E' quanto afferma Fabrizio Cicchitto, capogruppo Pdl alla Camera dei Deputati, in una nota. "Nell'opposizione – dice – solo l'Udc ha posizioni programmatiche in grado di fare i conti con l'Europa. Invece la sinistra, Pd compreso, è profondamente divisa proprio sulla lettera di Trichet non solo per quanto riguarda le pensioni ma anche per tutto ciò che riguarda il lavoro".

L'opposizione, prosegue ancora Cicchitto, "parla di governo di transizione o di governo tecnico solo per far cadere il governo Berlusconi ma non perché è in grado di sostenere la manovra economica di cui si parla. Allora si ipotizzerebbe una soluzione paradossale: un governo falsamente tecnico, politicamente contro il PdL che dovrebbe però essere appoggiato dal PdL proprio sulle misure più difficili e impopolari. Evidentemente un'ipotesi da fantascienza".

"Di conseguenza -prosegue il capogruppo Pdl- in caso di caduta del governo Berlusconi ci sarebbe un autentico salto nel buio con conseguenze assai negative anche per la tenuta finanziaria del paese. Allora va fatto ogni sforzo per ricompattare la maggioranza anche sulle questioni programmatiche più delicate".