Mariastella Gelmini: “Barbarie e dilettantismo, verso Berlusconi poca lealtà”

Pubblicato il 29 settembre 2013 6:40 | Ultimo aggiornamento: 29 settembre 2013 0:46
Mariastella Gelmini: "Barbarie e dilettantismo, verso Berlusconi poca lealtà"

Mariastella Gelmini: da sinistra barbarie e dilettantismo

ROMA – Mariastella Gelmini, ex ministro della Pubblica Istruzione e attuale vicecapogruppo Pdl alla Camera, ha fatto la scoperta:

“Anche chi ha puntato con fiducia e serietà sulla stabilità e sulla sfida delle larghe intese, in tutti questi giorni, ha dovuto alla fine convincersi che decisamente poco, quasi meno di niente, è venuto dall’altra parte politica: si è passati da atteggiamenti spocchiosi e provocazioni quotidiane su Imu ed Iva alla separazione ‘tecnica’ tra le vicende giudiziarie di Berlusconi e la maggioranza politica”.

“Senza che nessuna idea o cognizione di come la coesione ed il rispetto dovrebbero contraddistinguere una coalizione si sia fatta avanti. Un alternarsi di barbarie, dilettantismo politico e silenzio ha accompagnato la richiesta sacrosanta di un giudizio dell’Alta Corte in materia di retroattività di una legge. Ed è di fronte a questa lesione del diritto che abbiamo potuto misurare la violenza della cultura politica che anima forse la potenziale nuova maggioranza, ma anche la natura del silenzio di chi ha avuto come alleato Berlusconi e non hai pronunciato una sola parola di lealtà politica e rispetto sull’uso politico della giustizia”.