Governo: Mattarella fa pressing su Renzi. Il piano b è Gentiloni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 dicembre 2016 8:09 | Ultimo aggiornamento: 10 dicembre 2016 1:15
Governo: Mattarella fa pressing su Renzi. Il piano b è Gentiloni

Governo: Mattarella fa pressing su Renzi. Il piano b è Gentiloni

ROMA – Mattarella fa pressing su Renzi per tenerlo al Governo fino alle elezioni. Il piano B del Quirinale però ha già nome e cognome: Paolo Gentiloni, che è stato ricevuto per ben due volte nella stessa giornata al Quirinale. Data fatidica? La sentenza della Corte costituzionale sull’Italicum, il 24 gennaio. E se il pronunciamento dei giudici riscrive una legge elettorale immediatamente utilizzabile, si scivola velocemente verso le elezioni anticipate. Anche ad aprile.

Al Quirinale, sebbene le consultazioni non siano ancora entrate nel vivo, si ragiona su queste due ipotesi. Ma il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nei colloqui con Piero Grasso, Laura Boldrini e Giorgio Napolitano, parlando di tempistica, ha lasciato capire che la strada maestra è quella di un rinvio alle Camere. Lunedì, finite le consultazioni, il capo dello Stato decide e vuole che al Consiglio europeo di giovedì si sieda un governo italiano in carica. Non solo: “Un governo che abbia avuto la fiducia di almeno una Camera “. Come scrive Goffredo De Marchis su Repubblica,

da lunedì a giovedì corrono solo due giorni. Un tempo incompatibile con un reincarico a Renzi, il bis, che significa la formazione di un nuovo esecutivo, o la scelta di un nome diverso. Compatibile invece con un voto di fiducia al governo dimissionario. Del resto, la maggioranza è solida anche al Senato, dove ha preso 173 voti appena l’altro ieri.

È sempre possibile che questo disegno subisca delle variazioni, che qualche risposta positiva su una legge elettorale da farsi ex novo possa arrivare. A quel punto il Partito democratico ha i nomi per uscire dalla crisi. Il preferito di Renzi è il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni. Seguito da Pier Carlo Padoan. Molto dietro Graziano Delrio che secondo i renziani farebbe ombra al leader dem. Tagliato fuori invece Dario Franceschini. Il ministro della Cultura è molto irritato per le voci su un suo presunto accordo con Forza Italia per arrivare a Palazzo Chigi.

A M5s, l’ipotesi governo Gentiloni non piace e parla di risoluzione di problemi interni al Pd. “Sapete a cosa stanno pensando i politici del Pd? A quale presidente scegliere per far la legge elettorale contro il M5s senza che vi sia il rischio di oscurare Renzi che certamente si ricandiderà a Palazzo Chigi. Per questo nelle ultime ore si fa il nome di Gentiloni” scrive su Facebook il Alessandro Di Battista. In serata, anche Luigi Di Maio bolla Gentiloni come “Avatar” di Renzi chiedendo come soluzione alla crisi di governo”elezioni subito”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other