Governo Monti, Franco (Lega): "Un brutto inizio"

Pubblicato il 17 Novembre 2011 14:43 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2011 14:51

ROMA – La Lega è contraria a questo governo ''perchè non ha l'imprimatur popolare e dopo aver ascoltato questo discorso ancora di più: più tasse per tutti e più tasse per chi ha già pagato. Siamo preoccupati per lavoratori e pensionati'': a sostenerlo, al Senato, per la Lega, è il senatore Paolo Franco.

''Ciò significa – spiega l'esponente leghista – più tasse al nord, la patrimoniale e l'Ici, che è una imposta iniqua. Insomma, un brutto inizio. Noi avevamo costruito il federalismo affiche non ci fosse un'imposta iniqua come l'Ici. Il federalismo fiscale proseguirà la sua strada ma verranno introdotte ulteriori imposte. E' responsabile chi dice che i soliti noti devono pagare le tasse?''.

Quanto al futuro ''vedremo, non abbiamo una opposizione pregiudiziale nei confronti del presidente Monti ma se questi sono i temi, non ci trovano d'accordo''. Il programma di Monti, insomma, ai leghisti è apparso una lista di ''buone intenzioni, un programma ventennale''.