Politica Italia

Governo Renzi, viceministri e sottosegretari: Fiano, Pistelli, Morando, Costa…

Governo Renzi, viceministri e sottosegretari: Fiano, Pistelli, Morando, Costa...

Lapo Pistelli (Foto Lapresse)

ROMA – Viceministri e sottosegretari del governo Renzi, pronta la squadra dei 45. Il Messaggero fa alcuni nomi di quelli che potrebbero essere gli ultimi componenti dell’esecutivo, che verranno nominati nel Consiglio dei ministri convocato alle 10:30 di venerdì 28 febbraio, lo stesso che affronterà anche il decreto sugli enti locali e le norme sui fondi per Roma, dopo lo stop al Salva-Roma.

Ecco i nomi in pole position per la quarantina di poltrone ancora vacanti.

Giampaolo D’Andrea, ex sottosegretario con Mario Monti e prima con Romano Prodi, Massimo D’Alema e Giuliano Amato, è stato nominato dal neo-ministro Dario Franceschini come capo di gabinetto del ministero dei Beni culturali.

Giovanni Legnini, già sottosegretario con delega all’Editoria, dovrebbe essere confermato nello stesso ruolo, a cui però aspira anche Antonello Giacomelli, vicecapogruppo del Pd alla Camera, di Areadem ed amico personale del presidente del Consiglio.

Marco Minniti sarà con ogni probabilità sottosegretario con delega ai Servizi segreti. 

Lapo Pistelli dovrebbe essere nominato viceministro agli Esteri.

Enrico Morando è tra i più papabili come viceministro dell’Economia.

 

Filippo Bubbico potrebbe avere la delega per la Coesione territoriale, con la quale si gestiscono i fondi europei.

Enzo Moavero Milanesi, ex ministro per gli Affari europei nel governo Letta, potrebbe tornare nell’esecutivo Renzi con il ruolo di sottosegretario agli Affari europei, anche se il renziano Sandro Gozi potrebbe spuntarla.

Enrico Costa, del Nuovo Centrodestra, sarebbe stato indicato da Angelino Alfano come viceministro della Giustizia, in modo da lasciare la carica di capogruppo alla Camera a Nunzia De Girolamo. 

Andrea Olivero viene accreditato come prossimo viceministro al Lavoro o alla Pubblica istruzione.

Emanuele Fiano, sinistra pd, potrebbe andare al Viminale com vide di Alfano.

Andrea Del Basso De Caro sarebbe in corsa come viceministro allo Sviluppo Economico o in alternativa alle Infrastrutture.

To Top