I cattolici a Todi: “Serve un nuovo governo”

Pubblicato il 17 ottobre 2011 18:32 | Ultimo aggiornamento: 17 ottobre 2011 20:17

TODI (PERUGIA), 17 OTT – Serve un ”altro governo” che sia ”piu’ forte” di quello attuale in modo da affrontare i problemi del paese. Lo hanno chiesto tutte le associazioni cattoliche riunite in un seminario a Todi. Per le associazioni in questo esecutivo dovrebbero entrare ”tutti i principali partiti”.

Al termine del seminario i presidenti delle sette organizzazioni che hanno promosso l’incontro, hanno tenuto una conferenza stampa, durante la quale Raffaele Bonanni, segretario della Cisl, ha detto che ”ci vuole un governo piu’ forte, perche’ questo governo non va bene. Occorre – ha aggiunto – un accordo tra le principali forze su alcuni punti essenziali per il paese”.

”Che questo governo non ce la fa – ha aggiunto Giorgio Guerrini, della Confartigianato – e’ sotto gli occhi di tutti. Se lo volete chiamare tecnico, di larghe intese o di responsabilita’ e’ una questione solo di parole. Il dato essenziale e’ che oggi non c’e’ piu’ neppure interlocuzione con il governo, mentre occorrono scelte diverse”.

In serata una mezza smentita: ”Non vogliamo che si interrompa la legislatura, siamo contrari al voto anticipato in questa fase perche’ il rischio e’ il vuoto politico”. Lo ha detto il portavoce del Forum di Todi, Natale Forlani, precisando la posizione del forum. ”Questo governo ha avuto la fiducia. Non sta a noi – ha aggiunto – entrare nelle dinamiche che formano i governi e li disfano. Non e’ la nostra posizione”, ha aggiunto.

”Abbiamo avviato un’azione che non e’ per domani – ha aggiunto Forlani – e che vuole servire a tutte le forze politiche perche’ si rimettano in gioco e ripristino un metodo basato sullo spirito di coesione. Bisogna riflettere sulla coesione nazionale e ci riconosciamo molto negli appelli venuti in questo senso dal presidente della Repubblica”.