Politica Italia

Graziano Delrio, Federica Guidi e quelle bici Ducati da 1200 euro l’una

Graziano DelRio (foto Ansa)

Graziano DelRio (foto Ansa)

ROMA – Graziano Delrio e Federica Guidi nello stesso governo nel nome della “bici”.  I due, sottosegretario e neo ministro per lo Sviluppo hanno già, in qualche modo, “collaborato” in passato. Succede nel 2011. Come racconta Repubblica, Delrio è già vicepresidente dell’Anci ma sale alla presidenza. E il 5 ottobre firma uno dei suoi primi provvedimenti, l’accordo tra l’Anci stessa e l’azienda della famiglia Guidi, la Ducati. Tutto regolarmente controfirmato dal ministero dell’Ambiente allora in mano a Stefania Prestigiacomo, Pdl di area Berlusconi.

Ma cosa prevede l’accordo? 100 biciclette a pedalata assistita, della Ducati, azienda della famiglia Guidi, da dare in dotazione ai comuni italiani con meno di 30mila abitanti.

A spiegarlo in modo chiaro è Repubblica:

L’accordo promuove “la sperimentazione – recita il testo – presso i Comuni italiani del prototipo di bicicletta a pedalata assistita ad alto rendimento e ad emissioni zero sviluppato da Ducati Energia”. Sono mille biciclette che i comuni con più di 30mila abitanti potevano ricevere in dotazione per combattere l’inquinamento atmosferico nell’ambito di un programma di mobilità urbana. Il ministero ha stanziato 1,2 milioni

di euro, vale a dire 1.200 euro a bicicletta, l’Anci ha veicolato l’accordo a tutti i Comuni, i quali hanno poi partecipato al bando per l’assegnazione. Alla fine sono stati 42 gli enti, da Cremona a Catania a dividersi le mille biciclette dell’attuale ministro per lo Sviluppo.

Il circuito dei pedali si chiude così: tra i comuni che hanno preso le biciclette anche Firenze, la città già allora amministrata da Matteo Renzi.

To Top