Graziano Delrio: “Province abolite entro fine anno, i poteri ai comuni”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Ottobre 2013 9:00 | Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre 2013 9:00
graziano delrio

Graziano Delrio (foto Ansa)

ROMA – Le province saranno abolite entro la fine dell’anno e i loro poteri saranno trasferiti ai comuni. Annuncio, non il primo in materia di cancellazione delle province, che viene dal ministro degli Affari Regionali Graziano Delrio.

Intervistato da Repubblica il ministro spiega che non sarà facile perché di

”resistenze all’abolizione delle Province? Eccome se ce ne sono, anche dentro il Pd. Ma abbiamo fatto una promessa agli elettori e adesso dobbiamo mantenerla”.

Quindi l’annuncio:

”Entro l’anno” tutte le province saranno abolite e che i loro poteri saranno trasferiti ”ai Comuni”, facendole diventare ”agenzie funzionali” a servizio dei sindaci che decideranno ”di volta in volta quali competenze affidare alle amministrazioni locali e quali lasciare alla nuova Provincia. E tutto questo richiede naturalmente una forte volontà politica”.

”Parallelamente al testo in esame alla Camera (che ‘svuota’ le funzioni delle Province, ndr), ci sarà – annuncia Delrio- un disegno di legge per una modifica costituzionale che verrà presentato entro l’anno”.

Intanto ”a maggio non si voterà più per le Province perché nel frattempo saranno diventate enti di secondo grado”, ne faranno parte ”i sindaci dei Comuni del territorio, che tutti assieme formeranno un’assemblea in seno alla quale verrà scelto il nuovo presidente a costo zero”. Mentre laddove si insedieranno (già dal primo gennaio) saranno ”assorbite dalle città metropolitane”.

La competenza sulle scuole ”passerà direttamente ai Comuni. Mentre la manutenzione delle strade, che è una tipica competenza intercomunale, resterà in carico alle Province” che ”a quel punto diventeranno di fatto una sorta di agenzia funzionale a servizio dei Comuni”.