Grecia, Luigi Zanda: “Accordo positivo ma inderogabile problema debiti sovrani”

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 luglio 2015 19:35 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2015 19:36
Grecia, Luigi Zanda: "Accordo positivo ma inderogabile problema debiti sovrani"

Grecia, Luigi Zanda: “Accordo positivo ma inderogabile problema debiti sovrani”

ROMA – “Molto positivo” l’accordo raggiunto sulla crisi greca ma resta ormai “inderogabile il problema dei debiti sovrani”. Così il presidente dei senatori Pd, Luigi Zanda, in un’intervista rilasciata alla web-tv de L’Unità (www.unita.tv o www.senatoripd.it) giudica l’intesa raggiunta all’Eurosummit. E aggiunge:

“Il governo, il parlamento e l’opinione pubblica italiani hanno fatto il tifo fin dall’inizio affinché la Grecia rimanesse nell’Unione europea e nell’Euro. L’accordo raggiunto lo consente e premia uno sforzo molto consistente da parte della Grecia ma anche dei Paesi creditori”.

Sui pochi giorni accordati alla Grecia per approvare le riforme richieste, Zanda spiega che “i tempi stretti” sono ormai “parte della vita del nostro tempo e sono tempi necessari”.

Per il presidente dei senatori Pd non è tuttavia più possibile continuare ad aggirare un problema che interessa molti Stati.

“Vedo sullo sfondo la necessità di risolvere un problema vitale per le nazioni e per la comunità internazionale, quello dei debiti sovrani. Quando un Paese ha un debito eccessivamente elevato, come lo ha anche la Grecia, riuscire a invertire il senso di marcia e passare dalla depressione allo sviluppo è molto, molto difficile. Il tema di come affrontare il problema dei debiti sovrani occuperà parecchio del nostro tempo nei prossimi mesi e dei prossimi anni”.