Di Pietro: “Grillo non ci preoccupa, sia il benvenuto”

Pubblicato il 21 Settembre 2010 14:43 | Ultimo aggiornamento: 21 Settembre 2010 14:50

”Divide et impera, è questa la vecchia strategia che i media hanno intrapreso per mantenere a galla i partiti maggiori. Dividere Idv da Sel, Sel da Idv, Idv dal Movimento5Stelle per evitare che crescano e siano alternativa”. E’ quanto scrive il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, sul suo blog.

”Grillo non ruba i voti al centrosinistra – aggiunge il leader IdV – in questo caso ai detrattori fa comodo dire centrosinistra, in altri dicono l’Italia dei Valori, ma è il Pd che in Piemonte non ha saputo interpretare e rassicurare il proprio elettorato. Questa sterile diatriba sulla lana caprina ed il sesso degli angeli è utilizzata ad hoc per togliere remi alla barca del riformismo su cui si trovano oggi forze politiche emergenti che possono guardare al cambiamento in modo più credibile delle cariatidi del bipolarismo attuale”.

”Il movimento di Grillo – scrive Di Pietro – è il benvenuto in politica. Se i suoi ragazzi trovano spazio nelle istituzioni significa che sanno interpretare le esigenze di una parte dell’elettorato a cui nessun partito offre risposte. Non dimentichiamo che l’astensionismo in Italia è ormai alla soglia del 40-45%. Grillo non preoccupa Di Pietro – conclude il leader Idv – tutt’altro, può essere una delle testuggini che, insieme all’Italia dei Valori, oggi potrebbe accelerare un processo di rinnovamento e di liberazione dall’immobilismo politico di questo Paese di cui Berlusconi è il massimo interprete. Quelli che devono preoccuparsi di Grillo sono, vi assicuro, tutti coloro che oggi utilizzano ad hoc l’Italia dei Valori attraverso un’informazione a loro faziosamente asservita, per manovrare dalle retrovie una diatriba che esiste solo nelle redazioni e nelle segreterie di certi partiti. Auguri a Beppe Grillo per la manifestazione di Cesena. Loro non molleranno mai, io nemmeno”.