Idv, Ignazio Messina nuovo segretario. Succede ad Antonio Di Pietro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Giugno 2013 14:58 | Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2013 15:08
Idv, Ignazio Messina nuovo segretario. Succede ad Antonio Di Pietro

Idv, Ignazio Messina nuovo segretario. Succede ad Antonio Di Pietro

ROMA – Ignazio Messina nuovo segretario nazionale dell’Italia dei Valori. Messina succede ad Antonio Di Pietro, è stato eletto con il 69.11% dei voti mentre il suo sfidante Niccolò Rinaldi ha ottenuto il 30,89%. Le votazioni si sono svolte nei seggi presenti su tutto il territorio nazionale e on line, dalle 8 alle 13 di domenica 30 giugno. II votanti sono stati 7957 su 14.145 aventi diritto.

L’ex responsabile Enti locali del partito, nato politicamente intorno alla Rete di Leoluca Orlando, in Sicilia, dove fu eletto sindaco di Sciacca nel 1993 per poi sbarcare a Montecitorio nel 2008, si è aggiudicato la vittoria a sorpresa. Un ruolo decisivo ha giocato il radicamento sul territorio.

”Voi non siete il 30% del partito – ha affermato Messina dal palco del centro Roma congressi, rivolgendosi allo sfidante Rinaldi – ma siete il nostro partito e lavoreremo insieme, non in una logica di maggioranze e minoranze, ma per far crescere l’Italia dei Valori e migliorare il Paese”.

Il fondatore del movimento, Antonio Di Pietro, consegnando lo scettro a Messina ha affermato: “Con una grande prova di democrazia e di partecipazione, l’Italia dei Valori è pronta a ripartire. Vogliamo proporre ai cittadini un partito che possa essere una vera alternativa alle politiche inique degli ultimi governi”. Di Pietro ha poi sottolineato: “Siamo fieri della nostra storia e delle nostre battaglie, portate avanti in Parlamento e nelle piazze, per dare voce ai bisogni dei cittadini e in difesa delle classi sociali piu’ deboli. Noi ci siamo e continueremo ad esserci, ripartendo con ancora piu’ slancio ed entusiasmo di prima”.

Parole d’ordine: “La legalità, la trasparenza, la giustizia sociale saranno i punti fermi che guideranno il nostro percorso”.

In bocca al lupo al neo segretario, anche da parte dello sfidante, Niccolò Rinaldi. “Abbiamo fatto tutto quello che si poteva fare, abbiamo fatto una proposta di innovazione, più radicale, sulla quale abbiamo lavorato. Ringrazio tutti quelli che mi hanno sostenuto e tutte quelle persone che, con il passaparola e spontaneamente, hanno firmato la mia mozione. Ringrazio soprattutto Antonio Borghesi, Matteo Castellarin e Nicola Scalera, che con tanta passione hanno voluto unire le loro forze alle mie”.

Poi rispondendo al neosegretario Rinaldi ha aggiunto:  ”Rappresentiamo il 30 per cento di questo partito, sarò l’unico membro di questa mozione nella segreteria nazionale. Lavoreremo insieme, ma ci aspettiamo anche tanto”.

”Lo dico al neosegretario: i problemi veri sono fuori da questa sala. I congressi sono sempre una bella cosa ma i problemi veri sono fuori. Lo sforzo enorme che dobbiamo fare per il nostro paese, per questa sbandata Europa, per i cittadini. Facciamo che questi non siano solo trucchi, chiacchiere, ombre ma che sia l’occasione per uscire da questo congresso, all’aria aperta, nella vita” ha concluso.