Il Giornale attacca Di Pietro: “Tentò di incastrare Mastella”

Pubblicato il 10 Maggio 2010 19:42 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2010 20:08
di pietro

Antonio Di Pietro

Il Giornale attacca il leader dell’Italia dei valori e rivela che “secondo un finanziere l’ex Pm avrebbe segnalato ai giudici il possibile coinvolgimento di Clemente Mastella in un’inchiesta su una truffa”.

A riprova dell’accusa avanzata, sottolinea il Giornale, c’è la testimonanza di Alessandro Giorgetta, imprenditore finito in carcere per la stessa truffa e tutt’ora sotto processo. Giorgetta, riporta il Giornale, avrebbe denunciato: “Al mio processo uno dei testimoni ha riferito di aver ricevuto dalla Guardia di finanza un verbale già compilato con cui accusare il leader dell’Udeur”.

A provarlo, scrive il quotidiano diretto da Vittorio Feltri, ci sarebbero anche delle registrazioni, in cui un finanziere spiega esplicitamente che “il procedimento riceveva impulso da una segnalazione dell’onorevole Di Pietro che avanzava l’ipotesi di coinvolgimento dell’onorevole Mastella”.

5 x 1000

L’inchiesta di cui parla il Giornale è la cosiddetta “operazione Piramide”, iniziata nel 2003 dalla procura di Larino (Campobasso). I pm iniziarono allora a indagare sull’ipotesi di una colossale truffa ai danni dello Stato da parte di alcuni imprenditori locali che avrebbero percepito erogazioni pubbliche senza realizzare poi le aziende previste. A capo di questo gruppo di imprenditori ci sarebbero stati i fratelli Alessandro e Mauro Giorgetta. E dietro di loro si ipotizza ci fosse Clemente Mastella, allora leader dell’Udeur.

Ora, secondo il Giornale, Giorgetta ha depositato alla procura di Bari una mem0ria in cui dice di aver saputo da un amico finanziere che “dietro alle sue disgrazie ci sarebbe Antonio Di Pietro, interessato non tanto a infierire su di lui, quanto piuttosto a coinolgere nell’affaire Clemente Mastella”.

Clemente Mastella fa una querela. Mastella, letto l’articolo di questa mattina del Giornale, ha incaricato l’avvocato Giuseppe Benedetto di proporre denuncia-querela “nei confronti dei responsabili dei gravissimi reati commessi in suo danno e segnalati lunedì, con grande rilevanza, dal quotidiano Il Giornale”.

La replica di Di Pietro. Di Pietro ha negato di aver fatto mai un esposto nei confronti di Clemente Mastella nè di aver fatto sollecitazioni alla Procura di Bari perchè indagasse su di lui. Di Pietro ha anche anticipato che come l’ex ministro Mastella, presenterà anche lui denuncia per chiarire la vicenda di cui parla oggi ‘Il Giornale’.

“Finalmente – ha commentato in una nota Di Pietro – da parte dell’onorevole Mastella una scelta processuale che mi vede d’accordo: quella di denunciare all’autorità giudiziaria il contenuto delle segnalazioni pubblicate oggi su il Giornale. Anch’io, come lui, presenterò analoga denuncia per conoscere esattamente cosa sia successo, non avendo presentato alcun esposto nei riguardi dell’onorevole Mastella né fatto alcuna sollecitazione alla Procura di Bari per indagare nei suoi confronti”.

“Ringrazio il Giornale di avere segnalato ancora una volta che Di Pietro ha fatto il suo dovere – ha detto il leader dell’Idv – Lunga vita agli amici del Giornale, che mi attaccano per avere fatto un esposto alla magistratura. Questo è un atto doveroso da parte di tutti i cittadini quando vengono a conoscenza di fatti che possono interessare i giudici”.

“E ringrazio il Giornale – ha sottolineato l’ex pm – anche perché con i risarcimenti per i danni, contribuisce ormai da tempo alle mia economia familiare”.