Il leghista Zaia replica a La Russa: “Non siamo i cocchi di Tremonti”

Pubblicato il 24 Novembre 2009 9:33 | Ultimo aggiornamento: 24 Novembre 2009 10:19

Il ministro dell’Agricoltura, il leghista Luca Zaia, respinge l’accusa lanciata dal ministro della Difesa Ignazio La Russa secondo cui Giulio Tremonti avrebbe un occhio di riguardo per la Lega e spiega che le risorse destinate al suo ministero «hanno subito tagli del 48 per cento, altro che cocco».

«Tremonti non fa distinzioni – afferma Zaia in un’intervista a Repubblica -, si è trovato di fronte una situazione raccapricciante: la sua linea di rigore non ha alternative in questa situazione di crisi».

Sui malumori di ministri nei confronti del titolare dell’Economia, Zaia aggiunge: «I tagli non fanno piacere a nessuno, a me per primo. Ma con la razionalizzazione delle spese, Tremonti ha messo da parte un bel gruzzolo». Zaia spiega poi che «Tremonti è lì a garantire che i decreti attuativi avranno la copertura necessaria» come per il federalismo fiscale, «problema» che, assicura, Tremonti «sta affrontando, lo posso dire per certo».

Zaia respinge infine l’idea che ci siano troppi litigi nella maggioranza e si rivolge all’opposizione affermando: «Se solo ci fosse un’opposizione più forte… Può sembrare paradossale ma è così: se dall’altra parte fossero più forti e credibili, noi saremmo più coesi».