Ilva, Letta contro Riva: “Roba da pazzi: usano i lavoratori come rappresaglia”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 settembre 2013 19:32 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2013 19:33
Ilva, Letta contro Riva: "Roba da pazzi: usano i lavoratori come rappresaglia"

Il presidente del Consiglio, Enrico Letta (Foto Lapresse)

ROMA – Ilva, il presidente del Consiglio, Enrico Letta, attacca il gruppo Riva: “Non possono usare i lavoratori come rappresaglia. Ma possono benissimo andare avanti senza conti correnti”. Il premier ha replicato così agli annunci dei Riva, che in giornata avevano detto di non poter andare avanti dopo il sequestro dei beni e il congelamento dei conti correnti e dei fidi bancari. 

“Questa è una roba da pazzi, ma qui non è il governo che chiude niente: lo fa un’azienda privata. Sui lavoratori si è prodotto un danno collaterale: sono messi in mezzo a una condizione dalla quale bisogna uscire”.

Parlando alla trasmissione televisiva Porta a Porta, Letta non ha usato mezzi termini: “Se Riva può mandare avanti le sue aziende nonostante il sequestro dei conti correnti? Assolutamente sì. Non possono usare i lavoratori come rappresaglia”.