Ilva, la soluzione Calderoli: “Fare come ad Acerra, ma Monti è in vacanza”

Pubblicato il 13 agosto 2012 13:17 | Ultimo aggiornamento: 13 agosto 2012 13:18

Roberto Calderoli (LaPresse)

ROMA – Per l’ex ministro Roberto Calderoli la soluzione per l’Ilva esiste, ed è una soluzione già adottata dal governo Berlusconi in tutt’altra parte di Italia, ad Acerra.   ”Una soluzione per salvare l’Ilva esiste. Il governo faccia immediatamente un dl che qualifichi l’area siderurgica quale ‘sito di interesse strategico nazionale’ come fece il governo Berlusconi per l’area del termovalorizzatore di Acerra”, propone Calderoli che poi, però, accusa Monti: ”Spiace vedere un governo e il suo presidente Monti in vacanza e non far niente neppure a fronte di migliaia di posti di lavoro a rischio”.

”Le ordinanze che dispongono il divieto di produzione da parte dell’Ilva e la rimozione dell’ex prefetto Ferrante dall’incarico di custode amministratore delle aree sottoposte a sequestro significano la definitiva chiusura dello stabilimento di Taranto”, spiega l’ex ministro.

”Se il decreto fosse stato fatto preventivamente come abbiamo fatto noi nel 2008 ad Acerra, i magistrati non avrebbero potuto disporre alcun sequestro – prosegue Calderoli – Anche se in ritardo, un decreto legge consentirebbe il ricorso in Cassazione per ottenere il dissequestro ed il mantenimento della produzione, l’avvio della procedura di bonifica e quindi la tutela dell’occupazione”. ”Monti e gli altri professori, se ci sono – conclude il dirigente del Carroccio – battano un colpo, il suggerimento glielo do gratis”.