Immigrati, Salvini: “Presidiate Prefetture”. Prefetto: “Io obbedisco al governo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 giugno 2015 12:34 | Ultimo aggiornamento: 8 giugno 2015 16:01
Immigrati, Salvini: "Presidiate prefetture". Prefetto: "Io obbedisco al governo"

Matteo Salvini

ROMA – Continuano gli sbarchi di migranti in Italia. Il Viminale chiede che le Regioni del Nord aiutino quelle del Sud, accogliendo i richiedenti asilo, ma Roberto Maroni e Matteo Salvini sono compatti contro i trasferimenti. Il presidente della Regione Lombardia dice di voler andare avanti con il minacciato taglio dei fondi (della Regione) ai Comuni che accetteranno nuovi immigrati. Il leader della Lega si dice pronto, insieme agli altri leghisti, a bloccare le prefetture e a presidiare “tutte quelle strutture che, a spese degli italiani, qualcuno vuole mettere a disposizione di immigrati clandestini”.

Maroni risponde anche al ministro dell’Interno, Angelino Alfano, che nei giorni scorsi ha ricordato come fosse stato lo stesso predecessore al Viminale durante il governo Berlusconi a chiedere alle regioni di accogliere i migranti. “Io ho fermato gli sbarchi dopo la primavera araba”, ha replicato il governatore della Lombardia. E ha aggiunto: “La Lombardia è la terza Regione in italia come numero di immigrati accolti. Non accetto che il governo decida scavalcando la regione”.

Stessa linea anche per Luca Zaia, appena confermato governatore del Veneto: “Capisco la posizione di Roberto Maroni, che giustamente difende la sua gente e i suoi territori. Per quanto riguarda il Veneto abbiamo già dato. E la mia posizione è condivisa dai sindaci della mia Regione e anche da diversi prefetti, che già sono intervenuti pubblicamente”.

5 x 1000

Alcuni prefetti, però, non sono d’accordo con il fronte leghista. Quello di Milano, Francesco Paolo Tronca, dice di attendere le direttive del Governo: “A Milano i centri di accoglienza sono abbastanza pieni, ma siamo sempre pronti a fare la nostra parte in termini di solidarietà”. Stessa posizione per il prefetto Mario Morcone, capo del Dipartimento Libertà civili e Immigrazione del ministero dell’Interno: “I governatori leghisti hanno torto e dividono l’Italia. Lombardia e Veneto sono le regioni italiane, insieme alla Valle d’Aosta, in coda alla classifica dell’accoglienza, in rapporto al numero degli abitanti e ai Pil regionali. Maroni avrebbe fatto bene, soprattutto come ex ministro dell’Interno, ad osservare un attimo di riflessione prima di parlare. La Sicilia accoglie il 22% degli immigrati, dietro di lei Lazio e Campania. In coda, Veneto, Lombardia e Valle d’Aosta. Il Veneto è tra le grandi regioni del Nord quella che ospita meno persone, con il 4%, mentre chi ha meno migranti è la Valle d’Aosta, che ne ospita solo 62″.