Imola, la sindaca M5S Michela Sangiorgi si dimette: “Non resto a fare il burattino del Pd”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Ottobre 2019 13:47 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2019 14:22
Imola, la sindaca M5S si dimette

la sindaca dimissionaria di Imola Michela Sangiorgi

ROMA – “Grillo venne una volta a Imola dopo una di quelle riunioni fiume al Conami e non venne nemmeno a salutare”. E’ un fiume in piena Manuela Sangiorgi, sindaca dimissionaria di Imola del Movimento 5 Stelle, che si sfoga parlando con alcuni giornalisti poche ore prima del consiglio comunale in cui rassegnerà ufficialmente le dimissioni “irrevocabili”.

Una pietra sopra a un’alleanza, quella con il Pd, che non ha mai digerito. “Non ci sono più le condizioni per andare avanti. Ho bisogno dell’appoggio per fare quello per cui i cittadini mi hanno votata, non posso rischiare di diventare un burattino in mano al Pd”.

Lo sfogo mette in fila i vertici, sordi alle sue richieste. “Io non ho fatto assolutamente niente di male – risponde a chi chiedeva il motivo del boicottaggio di fatto della sua amministrazione – e non so se è solo una questione di antipatia personale con Bugani. Ogni volta che io chiamavo qualcuno mi veniva detto che dovevo parlare con lui. Mi sono trovata questo muro, di una persona che secondo me non sa cosa voglia dire amministrare la cosa pubblica. Con Bugani – incalza Sangiorgi – ci siamo sentiti nei primi giorni dove gli ho chiesto dei consigli, me ne ha dati alcuni che non ritenevo opportuni e lui mi ha detto ‘fai come ti pare’ e da lì i muri. Vi sembra normale?”, aggiunge. (fonte Agi e Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev).