In orbita lo shuttle Endeavour con i due moduli costruiti in Italia

Pubblicato il 8 Febbraio 2010 11:50 | Ultimo aggiornamento: 8 Febbraio 2010 11:50

È stato lanciato lo shuttle Endeavour dal Kennedy Space Center di Cape Canaveral. Il lancio, inizialmente previsto per ieri, era stato rinviato a oggi a causa dello spesso strato di nubi e delle non buone condizioni meteo. A bordo della navetta, con sei astronauti, ci sono i moduli Nodo 3, chiamato Tranquillity, e Cupola, la finestra panoramica, che completeranno la parte europea della Stazione Spaziale Internazionale (Iss). È stato l’ultimo lancio notturno dello shuttle, gli altri quattro previsti prima del pensionamento avverranno infatti durante il giorno.

È stato un lancio spettacolare: appena si sono accesi i motori si è illuminato il cielo, poi lo shuttle si è alzato con una scia luminosa ed è rimasto visibile per ben sette minuti e mezzo, ossia fino a un minuto prima di entrare in orbita. A vedere lo spettacolo al vivo erano in tanti, tra giornalisti e curiosi, tornati nonostante la delusione del rinvio di ieri notte.

Anche questa volta le nuvole avevano fatto temere un nuovo rinvio e fino all’ultimo momento la situazione è stata molto indefinita. Poi, finalmente, a circa quindici minuti dall’ora stabilita per il lancio è arrivato il “go”. Lo shuttle Endeavour sta ora portando sulla Stazione spaziale il Nodo 3 e la Cupola, entrambi realizzati dall’Agenzia Spaziale Europea (Esa) per la Nasa e costruiti in Italia, dalla Thales Alenia Space.