Inchiesta Agcom – Annozero: Berlusconi e Masi, richiesta di archiviazione

Pubblicato il 27 ottobre 2011 17:41 | Ultimo aggiornamento: 27 ottobre 2011 17:49

ROMA, 27 OTT – La procura di Roma ha chiesto l'archiviazione della posizione di Silvio Berlusconi nell'ambito dell'inchiesta sulle presunte pressioni da lui esercitate nel 2009 per evitare la messa in onda del programma ''Annozero''.

Analoga richiesta e' stata fatta per Mauro Masi, ex dg della Rai, e Giancarlo Innocenzi, ex commissario Agcom.

A chiedere, al gip, l'archiviazione del procedimento sono stati il procuratore della repubblica Giovanni Ferrara e l'aggiunto, Alberto Caperna. Abuso d'ufficio il reato che era stato contestato agli indagati anche se, inizialmente erano stati configurati, per il solo Premier, i reati di minaccia a un corpo amministrativo dello Stato e di concussione ai danni di Masi e di Innocenzi (che risultavano, quindi, parti offese). Ma lo scorso 19 luglio il Tribunale dei ministri ha deciso di archiviare le due ipotesi di reato ipotizzando, invece, l'abuso d'ufficio, estendendolo anche a Masi ed a Innocenzi.

Alla base della richiesta di archiviazione, secondo quanto s e' appreso, la mancanza di una violazione di legge e l'inesistenza di un danno certo. L'inchiesta, nata come costola di una piu' ampia indagine condotta dalla Procura di Trani sulle carte di credito revolving, era stata trasferita per competenza territoriale a Roma il 24 marzo dello scorso anno.