Indignati, Gasparri: "Chi non condanna è un fiancheggiatore"

Pubblicato il 15 ottobre 2011 17:37 | Ultimo aggiornamento: 15 ottobre 2011 17:37

ROMA, 15 OTT – ''I protagonisti delle violenze di queste ore a Roma non hanno nulla a che vedere con i movimenti pacifici di protesta che si stanno svolgendo in altre parti del mondo. L'indignazione e' nostra. Sono giunti addirittura a profanare un luogo sacro e ridurre in mille pezzi una statua della Madonna''. Una vergogna senza limite che tutto il mondo politico, culturale e sociale deve condannare con determinazione''.

Lo dice il presidente del gruppo Pdl al Senato Maurizio Gasparri che aggiunge: ''chi non fara' sentire la sua voce di sdegno non potra' che essere considerato un fiancheggiatore dell'odio e della violenza fine a se stessa''.