Il centrodestra contro il pm Ingroia: “E’ schierato”. Giulietti lo difende: “Fa solo il suo mestiere”

Pubblicato il 13 Marzo 2011 12:21 | Ultimo aggiornamento: 13 Marzo 2011 12:21

ROMA –  La presenza del giudice Antonio Ingroia alla manifestazione in difesa della Costituzione ha sollevato polemiche da parte del centrodestra, perché è stato visto come un caso di “schieramento politico” contro Berlusconi. Ma Beppe Giulietti, portavoce di Articolo 21, ha difeso il magistrato.

“Antonio Ingroia come tutti sanno è un magistrato serio e rigoroso – ha detto Giulietti – un allievo di Borsellino che non ha mai rinunciato alla lotta contro le mafie e per la legalità. Per questo ha parlato ad una iniziativa per il Tricolore e la Costituzione e per questo alcuni politici della destra berlusconiana si sono indignati”.

Poi, riferendosi alla maggioranza, Giulietti ha affermato: “Per loro è grave che un giudice ami la legge e la Costituzione invece è normale che un imputato minacci i suoi giudici e possa farlo con una videocassetta trasmessa a reti semiunificate. Anche per questo le piazze per la Costituzione continueranno a fare i loro dovere sino a quando i molestatori non si saranno ritirati”.