facebook

Suona l’Inno di Mameli ed i consiglieri regionali della Lega lasciano l’aula

Consiglieri del Carroccio assenti in aula durante l’esecuzione dell’inno di Mameli in apertura dei lavori della seduta dell’Assemblea regionale Toscana. A segnalarlo è il consigliere socialista Pieraldo Ciucchi, che, si augura che si tratti solo ”di una spiacevole coincidenza”.

Ciucchi spiega come la mancanza dei consiglieri leghisti si è notata perchè, ”finito l’inno, i rappresentanti del Carroccio hanno ripreso con tutta tranquillità i loro posti in aula”.

”Il momento dell’inno nazionale – aggiunge – non può diventare un momento di divisione politica, ma anzi deve assumere il significato di rafforzare il ruolo delle istituzioni come luogo di confronto democratico nel segno dell’unità nazionale. Ancor piu’ in una fase in cui ci apprestiamo a celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia ed il Paase è attraversato da una grave crisi politica, istituzionale, sociale, economica e morale”.

”L’assenza in aula durante l’esecuzione dell’inno di Mameli? Si è trattato di una coincidenza, ma ci è piaciuta, potremmo rifarlo”. Replica così, parlando con l’Ansa, il capogruppo del Carroccio nel consiglio regionale Antonio Gambetta Vianna alla segnalazione del consigliere Pieraldo Ciucchi che ha reso nota la loro assenza.

Vianna ha spiegato che ”nelle precedenti sedute eravamo presenti in aula al momento dell’inno” mentre ”oggi non è stato possibile perchè in quel momento eravamo impegnati in una riunione preconsiliare”. Il capogruppo ha poi aggiunto con ironia: ”Non nego che questa coincidenza ci sia piaciuta. E magari, in futuro, questa nostra assenza al momento dell’inno potrebbe pure ripetersi”.

To Top