Inno del Pdl, lavoro a quattro mani: Berlusconi e Maria Rosaria Rossi

Pubblicato il 21 febbraio 2012 19:49 | Ultimo aggiornamento: 21 febbraio 2012 19:49

Maria Rosaria Rossi (LaPresse)

ROMA – Il nuovo inno del Pdl è servito (con tanto di polemica su un presunto plagio) e, secondo quanto avrebbe raccontato lo stesso Silvio Berlusconi, la donna che avrebbe aiutato l’ex premier nella stesura è Maria Rosaria Rossi.

Ma chi è questa “musa”? Classe 1972, Rossi è una deputata del Pdl alla sua prima legislatura. Prima della politica la Rossi si diploma al tecnico commerciale e, informa Wikipedia, negli anni ’90 lavora come pr in diversi locali romani. Nel 2008 il grande salto in parlamento: Maria Rosaria Rossi è candidata a Roma ed entra alla Camera.

Il Fatto Quotidiano spiega che è lei “il punto di riferimento per le colleghe più giovani e deputata di fiducia di Berlusconi. Il Cavaliere le concede un posto nella società Pdl – Al servizio degli italiani, costituita un mese fa per un’i m p re c i s a t a operazione di propaganda. Il Fatto segnala la sua presenza a Palazzo Grazioli, marzo 2010: cena, musica, ballerine e il solito Apicella. Lei smentisce”.

Nel 2010, però, quando scoppia il caso Ruby, Maria Rosaria Rossi compare in più di una intercettazione. Lei commenta asciutta: “Cosa c’è di male nel divertirsi un po’?”. Invece, a guardare ad alcune delle telefonate, Maria Rosaria Rossi non trova per nulla divertente il bunga bunga.

Il 24 agosto 2009, per esempio, la Rossi riceve da Emilio Fede una telefonata in cui il direttore del Tg4 le dice che sta andando a casa di Berlusconi con due ragazze. Maria Rosaria Rossi non sembra entusiasta, anche se poi scherza:

Maria Rosaria: Ma tu stai venendo qui?

Emilio: e alle nove, nove e un quarto

Maria Rosaria: alle nove, nove e un quarto, fai nove e mezza… fai… No, vieni, vieni, vieni… Chi c’è ? Niente poche persone…

Emilio: Ecco no perché e’ho due mie amiche

Maria Rosaria: ah che palle che sei, due amiche, quindi bunga  bunga, due de mattina, io ve saluto eh?!

Emilio: no, no tesoro, posso non portarle, eh?! chi c’è?

Maria Rosaria: ma scherzo, ma stai scherzando? no, c’è una delle gemelline…

Emilio: o madonna…

Donna: … Manuela, e… un’altra, sono tre persone, aspetta però, dimi quanti sei tu, tu e altre due? Siete tre?

Emilio: sì

Maria Rosaria: ok allora avverto la cucina dai, non c’è Roberta se era quello che mi chiedevi

Emilio: no Roberta lo so, è lì…

Maria Rosaria: va beh allora mi devo vestire da femmina pure stasera?

Emilio: stai bene anche com’eri ieri sera…

Maria Rosaria: grazie come sei gentile… vabbeh mi vado a vestì da femmina allora, va…

Qualche mese fa, nel pieno della crisi di Berlusconi, il nome della Rossi venne per qualche giorno associato a quello dei malpancisti del Pdl che chiedevano un passo indietro dell’allora premier. Fu la stessa deputata a smentire con forza: “Berlusconi resta il faro e la guida per il Pdl, per tutti noi. Non possiamo fare a meno della sua presenza e del suo sostegno”.