Instant poll: Bersani vince, ma governa? Grillo arriva terzo dopo Berlusconi

Pubblicato il 25 Febbraio 2013 15:10 | Ultimo aggiornamento: 25 Febbraio 2013 15:17

Elezioni politiche 2013, foto Ansa

ROMA –  Pier Luigi Bersani vince. Ma riuscirà a governare? Beppe Grillo vince, veleggia attorno al 20% ma non convince. La destra di Berlusconi perde ma tiene botta ottenendo attorno al 30%. Mario Monti è il vero sconfitto con il serio rischio di non arrivare al 10%.

Gli instant poll sono quelli che sono, ma se fossero veri difficilmente Bersani e alleati avrebbero la maggioranza al Senato. Perché c’è un Berlusconi & Co molto forte al Senato, tra il 30 e il 32%. Significa vittoria, e quindi maggioranza e diverse regioni.

Al Senato Bersani avrebbe tra il 36 e il 38% ma potrebbe allearsi solo con un monti debolissimo tra il 7 e il 9%. Governabilità quindi a rischio in attesa dei dati veri soprattutto nelle regioni in bilico, Lombardia su tutte.

Il secondo dato di questi instant polls è la grandissima quantità di voti raccolti da Grillo che, però, resterebbe sotto le aspettative. Vince ma non sfonda, fermandosi attorno al 20%, forse qualche decimale in meno.

“Sprecati” i voti a Ingroia che, tra il 2 e il 3% non riuscirebbe ad ottenere senatori, fermandosi lontanissimo dall’8% richiesto per entrare a Palazzo Madama.

Per quanto riguarda il voto generale gli italiani hanno concesso la maggioranza relativa all’alleanza guidata da Bersani, quella che comprende anche Vendola e Tabacci. Una coalizione quotata nella forbice  35-37%. Perdente sarebbe l’alleanza di Berlusconi. Perdente ma non travolta, visto che resiste attorno a quota 30%. Vittorioso ma non trionfante Grillo, tra il 19 e il 21. Sconfitto Monti, e questo è forse il dato più netto e indiscutibile, tra l’8 e il 10%.