Intercettazioni, Berlusconi: “Dicono che la Corte Costituzionale boccerà la legge”

Pubblicato il 16 Giugno 2010 12:04 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2010 12:27

Secondo Silvio Berlusconi il ddl sulle intercettazioni rischia la bocciatura della Corte Costituzionale: “Sento che ora si parla di mettere in calendario per il mese di settembre il ddl intercettazioni. Poi bisognerà vedere se il Capo dello Stato vorrà firmarlo e poi quando uscirà ai pm della sinistra non piacerà e si appelleranno alla Corte costituzionale che, secondo quanto mi dicono, lo boccerà”.

Berlusconi ha poi aggiunto: “Ci abbiamo messo quattro mesi per fare una legge che afferma un diritto fondamentale alla nostra libertà. Abbiamo sentito tutti: questi, quegli altri, magistrati, stampa. Poi il cdm ha varato la legge sulle intercettazioni che è stata 11 mesi alla Camera e 12 e mezzo al Senato, e ora sento che si parla di metterlo in calendario per settembre” .