Intercettazioni, D’Addario insultata alla manifestazione: “Ero stata invitata”

Pubblicato il 2 Luglio 2010 14:37 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2010 14:46
patrizia d'addario

Patrizia D'Addario

Patrizia D’Addario, contestata e insultata durante la manifestazione dell’Fnsi contro la “legge bavaglio”, ha detto di essere stata invitata da ”Silvia Bartolini, amministratrice nazionale del Popolo Viola”.

La D’Addario haaggiunto che ”lo può confermare la mia casa editrice, la cui addetta stampa ha preso contatti direttamente con lei per assicurarsi che non ci fossero rischi legati alla mia presenza in piazza”. La escort barese ha detto poi di non essere stata ”affatto contestata da tutti. In molti, anzi hanno manifestato la loro amicizia e il loro sostegno, avvicinandosi per scattare fotografie o per un semplice saluto. A seguito dei pesanti insulti della signora da cui sono stata inaspettatamente aggredita, che sul momento ha rifiutato di precisare le proprie generalità, ma di cui ho appreso il nome leggendo i giornali questa mattina, sono stata difesa da fotografi e giornalisti che hanno provveduto ad allontanarla, e che ringrazio”.

La D’Addario ha proseguito: ”Le persone e le fotografie scattate in quel momento potranno testimoniare come si sono svolti i fatti. Tengo infine a precisare che il mio libro, che tenevo in mano, è per me simbolo della lotta che ho portato avanti nell’ultimo anno per difendere la verità di fatti accaduti emersi grazie alle intercettazioni, conformemente allo spirito della manifestazione di ieri. Non vedo il motivo per cui, avendo scritto un libro, e avendone in stesura un secondo, non fossi legittimata, come chiunque altro del resto, a prendere parte all’iniziativa”.