Intercettazioni, Finocchiaro: “Rinvio in commissione nostra grande vittoria”

Pubblicato il 31 maggio 2010 20:23 | Ultimo aggiornamento: 31 maggio 2010 20:33

Anna Finocchiaro

Per il presidente dei senatori del Partito Democratico Anna Finocchiaro  “il contrasto tra Fini e Schifani si manifesta come uno scontro istituzionale”. In una nota la Finocchiaro spiega: “Al fondo di tutto questo c’é un nodo politico del tutto irrisolto. Questo disegno di legge è l’ennesima occasione in cui si mostrano differenze politiche di grande rilievo nella maggioranza. Ed è evidente che Schifani reagisca all’intervento di Fini: è come se il presidente della Camera, oltre che osservazioni di merito, affermasse che il Senato non è riuscito a svolgere il ruolo di rappresentanza vera delle opinioni in campo e non fosse in grado di giungere ad una decisione autonoma e autorevole, raggiungibile invece alla Camera, luogo dove si manifesterebbe appieno il ruolo del Parlamento”.

“E siccome – prosegue la senatrice- questo poggia su un fondo di verità, perché la maggioranza ha condotto su questo testo un balletto indecoroso che ha svilito il ruolo del Senato, è difficile dare torto a Fini”. “Questo era esattamente uno dei motivi della nostra dura opposizione”.

“Da questo punto di vista il ritorno della discussione in Commissione – conclude la senatrice del Pd – prova a riscattare il ruolo del Senato. Si tratta di una nostra vittoria, figlia di una nostra battaglia parlamentare forte e seria”.